Tag: “Auto”biografia

Ora lascia, Signore, che il tuo servo vada in pace…

Nello scorrere dei mesi successivi sentivo le forze diminuire perché i dolori di sempre si facevano più forti e insistenti. Continuavo ad essere coinvolto nella vita delle suore, anche se dedicavo meno tempo alla corrispondenza e ridussi al massimo i viaggi a Lodi.  Il motivo principale che mi attirava a Casa Madre, nonostante sarebbe stato più utile alla mia salute… Read more →

Il Decreto di Lode

Volli trascorrere la mia anzianità in parrocchia, anche se le suore mi avevano preparato una cameretta a Casa Madre, a Lodi, dove passare gli ultimi anni, accudito dalle loro cure e circondato dal loro affetto. Le energie che mi rimanevano le volli spendere per i miei parrocchiani, ma non interruppi di visitare le comunità, più frequentemente quella di Lodi. Ledovina… Read more →

Verso l’istituzionalizzazione

Nell’incarico dato a Ledovina Scaglioni nel 1901, quello cioè di «superiora», c’era non solo l’affidamento delle suore, ma anche il compito di affiancarsi a me per favorire la solidificazione del carisma e la chiarificazione della missione apostolica e spirituale dell’Istituto. Nei contatti frequenti con le suore, Ledovina mise in atto tutta la forza persuasiva del suo carattere e delle sue… Read more →

La mia relazione con le suore…

Dagli inizi fino alla mia morte ho incontrato personalmente tutte le giovani o meno giovani che sono entrate nell’Istituto, quelle che vi sono rimaste e quelle che per diversi motivi sono rientrate nelle loro famiglie. Fino al 1901 il discernimento vocazionale era mio compito e responsabilità; in seguito l’ho condiviso soprattutto con Ledovina Scaglioni ma anche con le «superiore» delle… Read more →

La pastorale delle suore

Non mi sono preoccupato di stilare il progetto apostolico della nuova fondazione, per poter dare visibilità, perché queste comunità che si stavano diffondendo erano la continuità della pastorale parrocchiale, così come la percepivo e come la vivevo. Nella espressione che scrissi nelle prime Regole «fare qualcosa in aiuto ai parroci per la gioventù» c’era dentro  tutto. Non pensai mai a… Read more →

Le case…

Le abitazioni dove di stabilirono le prime suore erano di proprietà di una di loro che si rendeva disponibile ad accogliere anche le altre. Per questo non avevano nessuna parvenza di convento o di casa religiosa e volevo che nella impostazione fossero come la mia canonica, dove i ragazzi potevano entrare ed uscire senza difficoltà e sentirvisi a loro agio.… Read more →