Tag: Gaudete et exultate

Pepite d’amore tra la sabbia della preghiera

La preghiera è il quinto tassello che ci offre papa Francesco nella Gaudete et Exsultate per vivere una vita santa, per essere santi. Dice al n. 147 che «il santo è una persona dallo spirito orante. È uno che non sopporta di soffocare nell’immanenza chiusa di questo mondo, e in mezzo ai suoi sforzi e al suo donarsi sospira per… Read more →

Il «fuoco» non comunicato si spegne

Il nostro è un tempo fortemente marcato dall’individualismo, dalla tendenza a camminare da soli per trovare la propria realizzazione, a prescindere dagli altri; un tempo in cui l’indipendenza è mitizzata e dove il «ciascuno per conto suo», o il «ciascuno in nome suo» è diventato uno stile. Proprio per questo è «In comunità» l’ulteriore suggerimento che papa Francesco offre nella… Read more →

Può bastare fin qui?

Forse è facile lasciarsi sedurre da questa domanda. In fin dei conti, parlando di vita religiosa o di cristiani impegnati e operatori pastorali, abbiamo a che fare con persone che hanno già lasciato tutto, hanno già scelto di seguire il Signore, ne hanno già fatto il centro della loro vita. Anche sforzandosi, può risultare difficile pensare a qualcosa che vada… Read more →

Tristezza (per favore vai via!)

Al secondo rischio a cui siamo esposti – la negatività e la tristezza – la Gaudete et Exsultate propone come «antidoto» la gioia e il senso dell’umorismo. Il santo è colui che «illumina gli altri con uno spirito positivo e ricco di speranza» (G. E. 122). In questo, noi, Figlie dell’Oratorio, abbiamo un maestro d’eccezione nel nostro patrono San Filippo… Read more →

Radici e vino schietto

Con il presente post riprendiamo la rilettura dell’esortazione apostolica Gaudete et Exsultate. In essa papa Francesco suggerisce alcune caratteristiche della santità nel mondo attuale da incarnare e vivere per far fronte ai limiti e ai rischi della cultura odierna rappresentati da: 1. «L’ansietà nervosa e violenta che ci disperde e debilita»; 2. «La negatività e la tristezza»; 3. «L’accidia comoda, consumista… Read more →

La vita, giocatevela bene!

«La vita, giocatevela bene». Questo diceva don Tonino Bello ai giovani qualche decennio fa, aggiungendo: «Se la vostra vita la spenderete per gli altri, voi non la perderete; perderete il sonno, ma non la vita, la vita è diversa dal sonno; perderete il denaro, ma non la vita, la vita è diversa dal denaro; perderete la quiete, ma non la… Read more →