Tag: Racconti

I fioretti di don Vincenzo: Pane e zucchero

«Voi non pensateci, i soldi per la spesa o per le riparazioni dei guai fatti dai ragazzi non ce li mettete voi, dunque state tranquilla!», disse don Vincenzo chiudendo la porta dello studio mentre la perpetua ancora rossa in viso ritornava in cucina. Era stato particolarmente duro, quel giorno, don Vincenzo perché i ragazzi avevano superato la misura dell’accettabile nello… Read more →

I «fioretti» del mese di maggio

Nella memoria di quanti non sono più giovanissimi, il mese di maggio è strettamente legato ai «fioretti». Sin da piccoli in famiglia o in parrocchia ci caldeggiavano questo esercizio per esprimere il nostro amore a Maria, alla quale tale mese è appunto dedicato. Fioretti erano piccole rinunce, sacrifici, propositi ma anche «impegni» presi con se stessi per vincere un difetto… Read more →

Maledetto l’uomo che confida nell’uomo!

Appena Angelina entrò in canonica, scoppiò in un pianto dirotto. Don Vincenzo la fece passare nel suo studio, per sottrarla alla curiosità della perpetua, e la lasciò piangere per qualche minuto. Immaginava il motivo di tanto accoramento! Qualche giorno prima il parroco di San Gerolamo gli aveva scritto per informarlo che il Vescovo lo avrebbe trasferito ad un’altra parrocchia. Quando… Read more →

Per non essere estraneo a quello che avviene sull’altare…

Mario, il seminarista di Vicobellignano, durante le vacanze, ogni giorno all’alba, serviva messa a don Vincenzo. La sua sorpresa, man mano che le settimane scorrevano, cresceva perché il suo parroco, durante la celebrazione, non si distraeva. Non ci riusciva chi, entrando in ritardo, sbatteva  rumorosamente la porta della chiesa, né il sagrestano quando attraversava pesantemente la navata, né il bisbiglio… Read more →

Il Crocifisso e il Sacro Cuore

Don Vincenzo guardò il grande crocefisso al centro dell’altare e quindi la statua del Sacro Cuore che nel mese di giugno aveva collocato nel presbiterio, vicino alla balaustra, e che aveva ornata di drappi rossi, di ceri e di fiori che i devoti non facevano mancare freschi e profumati. Nella sua contemplazione non riusciva a separare le due immagini. Il… Read more →

Far Pasqua!

Già da qualche domenica, prima di Pasqua, don Vincenzo ricordava ai suoi fedeli il precetto di «far pasqua» e comunicava i tempi e le modalità. In quel periodo nulla e nessuno riusciva a farlo assentare dalla parrocchia: voleva essere presente in qualsiasi ora del giorno, disponibile per chiunque si avvicinasse alla chiesa per chiedere la confessione e la comunione. La… Read more →