In ogni cosa rendete grazie!

  • «State sempre lieti, pregate incessantemente, in ogni cosa rendete grazie; questa è infatti la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi» (1 Ts 5, 16-18)

Sono trascorse già due settimane da quando ho discusso la tesi di licenza in Educazione e Religione – Facoltà di Scienze dell’Educazione, all’Università Pontificia Salesiana, dal titolo La Parola di Dio in rete. Valutazione empirico-critica della Pagina Facebook Parole di Vita – Una Parola al giorno, eppure mi sembra un sogno dal quale non riesco a svegliarmi!

Sono immense, infatti, la gioia e la gratitudine che provo tuttora al pensiero che «è tutto vero».

Ho iniziato e concluso questi studi grazie alla possibilità offertami dalla mia famiglia religiosa che ha creduto in me e nelle mie capacità. E questa «obbedienza grata» mi ha consentito non solo di formarmi dal punto di vista «educativo», ma anche di convogliare le mie passioni per la Parola di Dio, per la statistica e per il «mondo digitale» in un lavoro che ha coinvolto me e tante persone che, da molte parti d’Italia e del mondo, hanno collaborato affinché potessi portarlo felicemente a termine. È meraviglioso!

C’è in me un sentimento misto di «timore e gioia grande» (Mt 28, 8).

Ho il timore di non ringraziare adeguatamente tutti coloro che hanno contribuito alla ricerca o che hanno pregato, sofferto e gioito con me in questi mesi che mi hanno visto impegnata nella stesura della tesi.

Ho la gioia grande di aver avuto l’ennesima conferma dell’infinito amore di Dio nei miei riguardi, un amore gratuito e incondizionato, che dona pace al cuore.

Sì, il mio cuore è «pacificato» e colmo di gioia e gratitudine e non solo perché l’impegno profuso nella realizzazione della ricerca e nell’analisi dei dati è stato ampiamente riconosciuto e apprezzato in termini di «voti» e di «menzioni speciali». Ma il mio cuore è grato soprattutto perché, dietro questo che sembra un «normale successo scolastico personale» a conclusione di un regolare percorso di studi, c’è prima di tutto l’attenzione di Dio per me, manifestatami da tutti coloro che Egli mi ha posto accanto per «sopportarmi», «supportarmi» e per confermarmi che «si può davvero fare evangelizzazione con e su Facebook, Instagram, Telegram, Whatsapp, TikTok, Twitter».

Ho potuto dimostrare empiricamente che si può iniziare, appunto, anche con una Parola al giorno, unita a un brevissimo commento, che provochi domande di senso, orienti il cammino, plasmi il cuore, nutra l’anima.

Queste Parole di Vita, infatti, suscitano un desiderio di approfondimento, insegnano a pregare, alimentano la fede, la speranza, la carità personali, ma, soprattutto, permettono di tessere relazioni significative con altre persone, che si sentono parte di una comunità in cammino, condividono la fede, si sostengono l’un l’altra con le proprie riflessioni e le proprie esperienze. Anche in questo modo noi religiosi in particolare, e tutti i battezzati in generale, possiamo «impregnare di Vangelo» le culture e le dinamiche dell’ambiente digitale, come ci chiede a più riprese il Magistero.

Per non correre il rischio di dimenticare qualcuno, ringrazio davvero di cuore TUTTI, ma proprio tutti coloro che a diverso titolo, in questi mesi, unitamente alla mia famiglia religiosa, alla mia famiglia «naturale» e alla «comunità accademica» dell’UPS, hanno creduto in me e mi hanno dimostrato di sentirsi «corresponsabili» dei risultati della ricerca.

Ringrazio quindi tutti coloro che mi hanno ricordata nella preghiera; o hanno risposto al questionario regalandomi parte del loro tempo e riflessioni preziosissime per lo sviluppo delle argomentazioni; o hanno condiviso i post della nostra Pagina Facebook Parole di Vita – Una Parola al giorno su diversi canali social facendosi a propria volta «evangelizzatori» presso la loro cerchia di conoscenti; o mi hanno incoraggiata, sostenuta, consigliata, ascoltata, compresa, spronata a perseverare; o hanno donato bellissime foto scattate personalmente al fine di utilizzarle come sfondi alla Parola di Dio dei prossimi mesi.

Nella «Chiesa in uscita» che Papa Francesco desidera, anche quelle digitali sono vie che ciascun battezzato può e deve percorrere, con una presenza on line che sia davvero evangelica. Siamo chiamati a far conoscere l’amore di Dio sino agli estremi confini della terra, pertanto, anche sulle strade digitali… «La via è aperta: bisogna andare». Buon cammino e grazie ancora a tutti!

Il Signore, per intercessione di San Vincenzo Grossi, colmi tutti di ogni grazia e benedizione. Buon tutto!

Sr Daniela

Questo slideshow richiede JavaScript.

#ParolediVita #UnaParolaalGiorno #PassaParola #Invita1amico #buoncammino #SuoreFdO

Rispondi

  1. Stavo dicendo…. Siamo noi che dobbiamo ringraziare re… Per il tuo entusiasmo, x la tua semplicità, x la tua capacità di coinvolgimento… x la tua fede. E perdonami se io so solo “prendere” e non “restituire” altrettanto….. GRAZIE Sr. Daniela. MariaRosa

    1. GRAZIE infinite, MariaRosa! Buon cammino! In comunione di preghiera!

  2. Complimenti suor Daniela!!!!! Argomento molto interessante e sicuramente attuale. Bravissima! Rosy e i suoi bimbi Vittoria e Filippo

    1. Grazie mille, Rosy, Vittoria e Filippo! 🙂 Buon cammino!!! Buon tutto!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: