L’amore di Cristo ci spinge verso la riconciliazione

la-riformaSettimana di preghiera per l’unità dei cristiani

Quest’anno la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani riporta all’attenzione di tutte le Chiese una ricorrenza importante: il quinto Centenario della Riforma protestante, avviata da Martin Lutero con l’affissione delle 95 tesi sulle indulgenze, avvenuta il 31 ottobre 1517 a Wittenberg, in Germania.

amore-cristoamore-cristo-riconciliazioneIl motto biblico che ci viene proposto, «L’amore di Cristo ci spinge verso la riconciliazione», anima e guida tutte le iniziative che caratterizzano questo appuntamento annuale. I cristiani ricordando insieme, oggi, un evento del passato che li ha divisi in occidente, sono illuminati da un senso di speranza. Infatti ponendo l’accento su Gesù Cristo e la sua opera di riconciliazione viene messo in rilievo quella «giustificazione per sola grazia» che è stata ed è al centro della teologia delle Chiese della Riforma. È questo un «notevole risultato»: riconoscere che la riconciliazione prima di essere lo sforzo umano di credenti che cercano di superare le divisioni che esistono fra loro, è un dono di Dio.

Ma l’opera di Dio «ha bisogno di ministri di riconciliazione, che, oggi in particolare,  nei nostri territori e nelle nostre relazioni abbattano muri e costruiscano ponti, nel nome di Gesù Cristo».

Le cronache giornaliere sono piene, anche se in sordina, di esempi concreti  di img-20170124-wa0000ospitalità offerta a tanti rifugiati provenienti dalla Siria, dall’Afghanistan, dall’Eritrea e da altri paesi. In particolare si deve sottolineare il progetto ecumenico dei “corridoi umanitari”, inaugurato nel 2016 grazie agli sforzi della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, della Comunità di Sant’Egidio e della Tavola valdese. Tale progetto prevede entro la fine del 2017 di portare in Italia, in tutta sicurezza, mille richiedenti asilo individuati tra soggetti particolarmente vulnerabili, iniziativa appoggiata da Papa Francesco e dal Patriarca ecumenico Bartolomeo per aiutare le persone che vivono situazioni di ingiustizia e di violenza.

L’unità dei cristiani, infatti, non significa obbligatoriamente uniformità, né si può esaurire nelle celebrazioni ecumeniche, ma si costruisce e si esprime nella collaborazione, nel nome di Cristo, a favore di ogni progetto che considera centrale la persona e la salvaguardia dei suoi diritti.

  0 comments for “L’amore di Cristo ci spinge verso la riconciliazione

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: