Giubileo della vita consacrata

logo-anno-vita-consacrata_it-GOggi,  insieme alla festa della Presentazione di Gesù al tempio, si celebra la giornata dedicata alla vita consacrata e, in particolare, in questo 2 febbraio 2016, la chiusura dell’anno a lei dedicato.

Se Dio è all’origine di ogni vocazione religiosa, i fondatori, da parte loro, sotto l’impulso dello Spirito Santo hanno dato vita ad una molteplicità di forme di consacrazione e missione nella chiesa.

A questa lunghissima schiera di uomini e donne, noti e sconosciuti, santi e peccatori, rinnovatori e intraprendenti, tutti  scelti dallo Spirito per un servizio particolare nella Chiesa, appartiene anche san Vincenzo Grossi.

Dio ci ha fatto il dono della consacrazione e don Vincenzo quello della missione.

 

Grazie, don Vincenzo per il dono di questa forma di vita consacrata che è l’Istituto figlie dell’oratorio.
Grazie, per  la bellezza di questa vocazione che ci ha affascinato e ci affascina ogni giorno.
Grazie, perché accogliendola ci hai innestate sul grande albero della Chiesa come consacrate, sorelle di tutti e soprattutto della gioventù.
Grazie, perché ci hai indicato che prima si è religiose nel cuore e poi nel servizio.
Grazie, don Vincenzo!

 

 

  2 comments for “Giubileo della vita consacrata

  1. suor caterina margini
    02/02/2016 at 22:29

    Con la celebrazione di questo pomeriggio, a conclusione di un anno di celebrazioni ed altri eventi interessanti, si sono spenti i riflettori sulla vita consacrata. Si ritorna alla quotidianità, ma non come un anno fa. Ci portiamo la memoria di quanto il papa ci ha ripetutamente chiesto di essere e di fare: “essere profezia, come lo sono stati i nostri fondatori” e “svegliare il mondo”. Ora inizia la fase della “ruminatio” perché gli inviti del papa possano diventare scelte e cammini comunitari concreti.

  2. 03/02/2016 at 13:59

    Profezia, prossimitá e speranza, questo ha chiesto il Papa ai consacrati nell’incontro di martedí 1 di febbraio! il miglior modo di celebrare la Vita Consacrata é proprio l’incarnazione, ovvero l’impegno di dare “carne” quotidianamente al vangelo, alle opzioni del Maestro e al carisma! San Vincenzo ci doni la grazia di essere perseveranti e creative per poter vivere in pienezza la nostra consacrazione!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: