I Santi sono pietre scolpite dallo Spirito per la città di Dio

Apriamo questo blog per condividere un dono del Cielo: la santità di don Vincenzo Grossi, parroco della Diocesi di Cremona e fondatore delle suore Figlie dell’Oratorio.

Don Vincenzo è stato, infatti, proclamato santo  da papa Francesco il 18 ottobre 2015.

Nell’omelia della celebrazione di ringraziamento per questo evento, il vescovo di Cremona Mons. Dante Lafranconi ha ricordato che “ i santi sono pietre preziose scolpite dallo Spirito per la città di Dio”.

La canonizzazione è, allora, la manifestazione  dell’opera meravigliosa compiuta dallo Spirito in un prete cremonese che non ha mai brigato per ottenere il potere e il successo, per farsi vedere, per vedere riconosciuti i propri meriti, le proprie opere.

Attraverso questo blog vogliamo scoprire la poliedricità della santità di Vincenzo Grossi  e condividerla perché, attraverso l’incontro con un santo, nasca un contagio di bene.

Papa Francesco  ce lo ha indicato come “parroco zelante, sempre attento ai bisogni della sua gente, specialmente alle fragilità dei giovani. Per tutti spezzò con ardore il pane della Parola e divenne buon samaritano per i più bisognosi”. Sono le istantanee ufficiali, quelle del Magistero eccelsiale, le più significative. Potremmo approfondirle e aggiungerne altre. San Vincenzo ci indica che la “via è aperta”, lui l’ha già percorsa e invita noi sue discepole e tutti i fedeli che lo vorranno, a farlo.

“El camino se hace caminando”.

  2 comments for “I Santi sono pietre scolpite dallo Spirito per la città di Dio

  1. 22/10/2015 at 00:47

    Meraviglia, gratitudine, stupore e orgoglio di essere una Figlia dell’Oratorio, che San Vincenzo ci doni la grazia di essere fedeli al suo “sogno”, creative per poter condividere il dono del carisma e in sintonia col suo cuore di pastore e buon samaritano vicine alla gente e al servizio dei giovani.

  2. 22/10/2015 at 04:15

    Gioioso, visionario, creativo… tre aspetti della vita di San Vincenzo che vorrei chiedere la grazia che lui mi conceda…. gioiosa, per avvicinare gli altri… visionaria, per intuire bisogni sopratutto dei fanciulli e giovani…. creativa, per cercare nuove strade, nuove forme di approccio carismatico. Sono Figlia dell’Oratorio… che lo senta sempre a lui come padre….

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: