Tag: Gaudete et exultate

Beati i puri di cuore

«Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio». È questa una Parola che mi interpella e mi chiede attenzione. Già, perché questa beatitudine mi invita prima di tutto a riflettere su cosa significhi «avere un cuore puro»; in secondo luogo mi spinge ad interrogarmi sulle «incrostazioni» che si depositano sul mio; quindi mi esorta ad accogliere le occasioni che mi… Read more →

Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia

Leggendo l’Esortazione Apostolica sulla santità, mi hanno colpito queste parole che il Papa scrive dopo aver presentato il testo di Mt 25,35-36:             «Il Signore ci ha lasciato ben chiaro che la Santità non si può capire né vivere prescindendo da queste sue esigenze, perché la Misericordia è il ‘Cuore pulsante del Vangelo‘» Mi chiedo, allora: «Se questa è la… Read more →

Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia

In questa beatitudine colpisce, ancora una volta, la semplicità ed essenzialità di Gesù. Non si tratta di perseguire una giustizia fine a se stessa, ma di averne fame e sete, una fame e una sete che San Vincenzo Grossi spiega così: «…sono affamati di giustizia non gli accidiosi, ma quelli che cercano ogni giorno di andare avanti nel bene». In… Read more →

Beati quelli che sono nel pianto

«Beati quelli che sono nel pianto perché saranno consolati». Sembrerebbe una contraddizione leggere fra le righe di questa esortazione apostolica qualcosa come «pianto». Il papa, infatti, sostiene, ed è appurato, che la santità e la gioia si nascondono ed emergono, al tempo stesso, anche là dove tutto appare perso, oscuro. Ciò è incomprensibile alla mentalità corrente, la quale ci propone… Read more →

Beati i miti

«Beati i miti, perché avranno in eredità la terra» È una beatitudine non facile da capire e ancor più difficile da vivere, soprattutto in certe situazioni o momenti della vita. Una beatitudine che, quando sentivo commentare o spiegare da bambina, mi faceva pensare immediatamente all’immagine di un agnellino, tenero, mite, incapace di fare del male, tranquillo perché qualcuno si prendeva… Read more →

Beati i poveri di spirito

A quale categoria appartengo? Ai ricchi o ai poveri? Come religiosa non sono ricca, perché ho fatto il voto di povertà, per cui non ho proprietà, né conto in banca, e quanto acquisisco come stipendio o pensione sono tenuta a metterlo in comune. Ma non sono nemmeno povera perché non mi manca né una casa confortevole dove abitare, né un… Read more →