San Vincenzo Grossi

Oggi, 7 novembre, celebriamo la  memoria liturgica di san Vincenzo Grossi, parroco e fondatore.

Lo ricordano il presbiterio di Cremona nel quale è nato e vissuto come sacerdote, quello di Lodi e di altre Diocesi dell’Italia e dell’America latina dove la sua pastoralità si è prolungata attraverso l’opera delle suore da lui fondate.

Ne fa memoria la Chiesa intera perché nella piccolezza di questo prete di campagna, sconosciuto ai più, sminuito dai suoi stessi confratelli, meglio si sono riproposte la bontà e la bellezza del pastore del vangelo che ha a cuore ogni pecora del suo gregge. «Voglio conoscere uno ad uno i miei fedeli …devono sapere che io li amo», disse entrando nella parrocchia di Vicobellignano, che per 34 anni percorse in lungo e in largo, non per raccogliere i frutti del suo ministero, ma per spargere a piene mani la grazia che Dio aveva riversata con sovrabbondanza nella sua vita, semplice e del tutto normale.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: