Si tengano in continuo contatto con le giovani

«Si tengano in continuo contatto con le giovani». È un’espressione coniata da San Vincenzo, presente nelle Prime Regole scritte da lui stesso per l’Istituto nascente, che ha l’autorevolezza di un programma. Secondo la mentalità e la sensibilità del tempo, i parroci potevano accostare le giovani con maggior difficoltà e, quindi, queste sfuggivano ad un processo di formazione più continuativo e… Read more →

La Pazienza

Taddea, scriveva don Vincenzo a Ledovina, «è generosa, intraprendente ma è originale!» Le lettere che gli inviava molto frequentemente, per la lunghezza e i dettagli, gli richiamavano gli «atti notarili». Ugualmente alle sue interminabili questioni rispondeva sempre, anche se con brevi note e soprattutto molto concrete. In una delle numerose occasioni in cui la suora si rammaricava di essere impaziente… Read more →

Dalla scorza al nocciolo

«La pastorale giovanile, così come eravamo abituati a portarla avanti, ha subito l’assalto dei cambiamenti sociali e culturali. I giovani, nelle strutture consuete, spesso non trovano risposte alle loro inquietudini, alle loro esigenze, alle loro problematiche e alle loro ferite» (CV 202). Probabilmente il mondo adulto si trova spiazzato davanti a quello giovanile perché non sa di preciso in cosa consistano… Read more →

Le benedizioni di don Vincenzo

«Dio li benedisse: Siate fecondi e moltiplicatevi e riempite le acque dei mari; gli uccelli si moltiplichino sulla terra» (Gn 1,22). La Bibbia collega la benedizione alla trasmissione della vita e poiché essa è un dono, la benedizione la moltiplica. È con questo significato che nella cultura contadina davanti all’inedito di un bambino appena nato la meraviglia si esprimeva in… Read more →

La gioia di intrattenere relazioni personali con le suore

Don Vincenzo, pur avendo mantenuto ininterrottamente la cura della parrocchia, ha guidato l’Istituto dal suo avvio fino alla morte, non tanto dal punto di vista della istituzionalizzazione, che aveva affidato ben presto alle Suore, prima in modo informale ad Angelina Cippelletti e in seguito a Maria Caccialanza, e dal 1900 a Ledovina Scaglioni, eletta superiora generale e riconfermata nel 1913,… Read more →