Il «Centenario» celebrato dai bimbi della Scuola dell’Infanzia di Lodi

Grande festa alla scuola Scaglioni per il Centenario della morte, o meglio, della nascita al cielo di san Vincenzo Grossi. Con piacere ed entusiasmo abbiamo accolto l’invito delle suore a vivere con loro la gioia di questo anniversario. Il salone teatro si è gremito velocemente di papà, mamme e nonni, e di quanti hanno voluto condividere, con la loro presenza, l’ammirazione per questa figura di Santo straordinariamente ordinario.

Siamo stati accolti dalle suore della comunità e, in particolare, dalla Coordinatrice Didattica, Suor  Immacolata, la quale ci ha tracciato la figura di san Vincenzo come di colui che fa parte della schiera di santi che hanno creduto all’amore di Dio e si sono lasciati affascinare da Lui. San Vincenzo Grossi era una persona come noi, comune e normale, un semplice prete di campagna, che ha vissuto la routine del quotidiano in totale umiltà e abbandono.

Attraverso un breve spettacolo, i nostri bambini poi, con la loro semplicità e immediatezza, ma anche con tanta bravura, ci hanno fatto ripercorrere la storia del Santo. Nei loro occhi e nelle loro espressioni abbiamo potuto vedere le meraviglie che Dio compie nella vita di coloro che si lasciano guidare da lui. Al termine della rappresentazione ci siamo recati tutti in cappella, accanto all’urna del Santo per un momento di preghiera, animato sempre dai bambini e, durante la quale, alcune citazioni di San Vincenzo Grossi ci hanno permesso di avere un incontro ravvicinato con Lui. In un momento di silenzio abbiamo potuto elevare il nostro «grazie» a Dio per avercelo donato, il nostro «grazie» a San Vincenzo per aver saputo accogliere le ispirazioni dello Spirito e perché ha saputo fare della sua vita una risposta semplice, profonda, concreta all’Amore che lui per primo ha vissuto e poi trasmesso alle sue suore. A questo proposito vogliamo anche ringraziarlo  per aver «inventato» le nostre suore che, con la loro gioia e il loro carisma sanno tramettere ai nostri figli i valori portanti della vita. 

Chiediamo anche a san Vincenzo Grossi la grazia di saper vedere il passo di Dio nella nostra vita, fatta di gesti piccoli, poco vistosi, fatta di situazioni quotidiane, di routine, ma cariche della vita di Dio che, come diceva Suor Immacolata, sceglie sempre il piccolo, il fragile cioè tutto quello che non richiama l’attenzione  facendo rumore; ma sceglie la via della incarnazione che si costruisce con gli eventi di tutti i giorni, proprio come ha fatto lui: San Vincenzo. Con il lancio delle lanterne ed un momento di convivialità abbiamo concluso questo momento carico di emozioni e gratitudine.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: